Sicurezza informatica, attacchi e spionaggio

Sicurezza informatica, attacchi e spionaggio

Crimini e incidenti informatici anche gravi continuano ad aumentare in tutto il mondo senza alcuna sosta. In tema di sicurezza informatica, tuttavia, quello che preoccupa oltre a questi dati è anche la tendenza sempre maggiore dei casi di sabotaggio e spionaggio a livello aziendale. Lo dice l’ultimo Rapporto Clusit stilato dall’Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica che a ottobre 2018 ha tirato qualche somma di questo anno analizzando i trend emergenti e preoccupanti degli attacchi. Numeri e fenomeni di cui chi si occupa di sicurezza informatica, come Area Software, deve necessariamente tener conto.

Sicurezza informatica, crescono gli attacchi

Uno dei primi dati emersi dal rapporto è l’aumento degli attacchi informatici più gravi e quindi con conseguenze importanti. Nei primi sei mesi del 2018 vengono individuati 730 attacchi gravi, una cifra importante se confrontata con i 1127 dell’intero 2017 e i 1050 di tutto il 2016. Questo vuol dire che avremo una cifra globale del 2018 molto elevata se la tendenza continua a essere la stessa per tutto l’anno. Inoltre, dalla ricerca emerge che il cybercrime continua a crescere con quasi 600 casi nel primo semestre del 2018. Diminuisce invece l’hacktivism con meno di 30 casi contro gli 80 di tutto il 2017. Preoccupanti invece sono soprattutto i casi di spionaggio e sabotaggio che in appena 6 mesi sono 93 rispetto ai 55 degli ultimi sei mesi del 2017. Ovviamente questi casi sono particolarmente delicati soprattutto per le conseguenze, molto serie, che portano con sé.

Cyber attacchi, quali sono i settori più colpiti

Entriamo ora nel merito ai settori che maggiormente risentono degli attacchi informatici. Si tratta soprattutto, dei servizi cloud e del mondo sanitario. In merito ai servizi cloud questi devono necessariamente risolvere il problema del livello di sicurezza visto che consistono proprio nella condivisione virtuale di tipologie di dati anche molto diverse tra loro. Anche a livello sanitario, sia nel pubblico che nel privato, la questione della sicurezza informatica è di fondamentale importanza visto che si tratta di dati personali.

Quali sono i maggiori trend

Infine, vediamo quali sono i trend maggiori in tema di sicurezza informatica evidenziati dal rapporto di Clusit:

  • il cosiddetto “Salto quantico”,
  • il Phishing ancora in aumento,
  • il Malware sempre più sofisticato anche per le piattaforme Mobile,
  • Internet of Things carente sulla sicurezza,
  • attacchi sempre più aggressivi.

Occorre, quindi, continuare a lavorare sulla consapevolezza di massa sul tema della sicurezza informatica, soprattutto in un momento in cui assistenti virtuali entrano a pieno titolo in casa nostra.