Come impostare la cookie policy di un sito: i consigli del webmaster freelance

Come impostare la cookie policy di un sito: i consigli del webmaster freelance

Da quando si parla di cookie policy, molti possessori di un sito internet o di un blog pensano di dover mandare all'aria il lavoro fatto, ripartendo da zero e rifacendo tutto.

Nulla di più sbagliato, perché basta affidarsi a un bravo webmaster freelance per avere ciò che serve, senza dover rifare il sito e azzerare il lavoro svolto sino a quel momento. Tuttavia, è importante seguire dei consigli utili in modo tale da sapere in che direzione muoversi.

Cookie policy: di cosa si tratta?

Ogni sito ha bisogno di una privacy policy e, pertanto, si deve inserire il tutto in un apposito spazio, al fine di informare tutti coloro i quali approdano sulle pagine di propria creazione. Ecco perché, da qualche tempo a questa parte, notiamo un piccolo disclaimer all'apertura di una pagina web, che segnala quella che è la cookie policy.

Si tratta, nello specifico, di un elemento obbligatorio, che permette di avere un sito trasparente verso l'utente, mettendo quest'ultimo a conoscenza di come vengono trattati i dati personali inseriti. La cookie policy, così come ci spiega ogni webmaster freelance, si rifà a una serie di norme. Per quel che concerne il quadro normativo europeo, segnaliamo che la protezione della privacy è molto trattata.Ci si rifà a diverse leggi, a partira dalla Data Protection Directive (95/46/EC) e dalla ePrivacy directive (2002/58/EC, come rivisto da 2009/136/EC), due direttive che vengono assorbite da tutti gli Stati Membri, in modo tale che a livello di privacy venga rispettato tutto ciò che è fondamentale.

In Europa, quindi, in sostanza l'utente che naviga in internet deve essere informato in maniera puntuale di come i vari siti intendono gestire i propri dati personali. Solitamente, i processi di raccolta dei dati che avvengono sia tramite siti web ma anche tramite app e servizi e, pertanto, l'utente ha il diritto di sapere in che modo ciascuno conserva, o meno, quello che gli concerne,

Come usare la cookie policy?

Come illustrato da un noto webmaster freelance, si deve utilizzare al meglio la cookie policy e, soprattutto, per farlo non si deve aprire un nuovo sito, ma modificare quello esistente.

Ecco, quindi, quello che è il metodo ideale per rispettare le normative di cui abbiamo parlato prima. La prima cosa da fare è utilizzare una privacy policy chiara, leggibile e facilmente accessibile, dato che il fine ultimo è quello di andare a informare l'utente. Quest'ultimo non dovrà avere difficoltà nel trovare le condizioni e i termini d'uso. Inoltre, si devono fornire all'utente tutti i dettagli necessari al fine di capire chi raccoglie i suoi dati e come. Molto importante, ad esempio, è sottolineare se i dati raccolti verranno o meno condivisi con terze parti, così come lo è anche sottolineare quelli che sono i diritti dell'utente in merito all'annullamento del consenso.

Come detto in precedenza, affidarsi a un ottimo webmaster freelance risolve ogni problema, evitando eventuali errori di programmazione e di inserimento del disclaimer di cui stiamo parlando che, come si è capito, è ormai obbligatorio. Un buon professionista, che conosce la materia e sa come muoversi al fine di non creare danni al sito che già esiste, farà tutto in breve tempo, garantendo che il sito diventi aderente alle normative vigenti in questo preciso momento in Europa così come nel resto del mondo.

Post Comment