Le città più popolari del 2017 per aprire una startup

 

Se siete degli investitori in cerca di città dove poter avviare start-up o semplicemente per aprire un’azienda, resterete sicuramente stupiti di scoprire la lista dei posti ideali per fare affari nel 2017. Alcuni luoghi sono molto conosciuti altri sono delle new entry molto promettenti ma tutte hanno in comune la loro dedizione al lavoro e una spiccata sensibilità verso la creatività e l’innovazione.

Dubai

La città più famosa degli Emirati vanta un’economia stabile e da il benvenuto agli investitori stranieri e agli imprenditori. La cultura di Dubai è ottima per dare vita a start-up multinazionali e la città stessa offre molti spunti di design nonché, grazie al lusso molto diffuso, ad ambire alla ricchezza. Con una forte comunità imprenditoriale e flussi di entrate diversificati Dubai è un luogo ideale sia per gli investitori e start-up.

Gibilterra

Alcuni la conoscono come una metropoli unica e soleggiata nel sud della Spagna, ma per altri Gibilterra è un fiorente centro economico. Anche se di piccole dimensioni, il territorio britannico d’oltremare è sede di un gran numero di startup tecnologiche e innovative tra cui molti servizi finanziari e d’importanti siti di poker online e siti web di scommesse. Quest’ultimo settore sta vivendo un boom notevole grazie alla crescente popolarità del fantacalcio, degli Esports e della tecnologia virtuale.

Londra

Anche se Brexit ha sollevato qualche dubbio sulla possibilità che Londra rimanesse una delle più importanti capitali finanziarie del mondo, ci continuano ad essere incentivi fiscali per gli imprenditori, nonché una cultura d’impresa che continua a mantenere Londra molto attraente agli occhi delle nuove imprese tecnologiche e finanziarie.

Bangalore

Circa la metà delle imprese start up dell’India sono state fondate nel Bangalore. La città è sede di un certo numero di start-up che si sono trasformate in marchi globali di successo, e ha forti legami con la Silicon Valley. Non c’è dubbio che l’innovazione è fiorente in questo “business hub” indiano ed è un luogo ideale per gli investitori che vogliono cercare nuove opportunità. Gli imprenditori devono essere consapevoli che ci sono alcuni step da affrontare prima che la propria azienda possa essere avviata, di norma infatti è necessaria l’approvazione della Reserve Bank of India che esamina la domanda e da l’autorizzazione finale affinché l’impresa possa godere degli stessi diritti delle società locali. Le agevolazioni in India sono molto interessanti, prima di tutto si tratta di un mercato in forte espansione e secondariamente offre anche delle esenzioni doganali a favore delle aziende. Non è certo un caso se anche Apple ha manifestato la volontà di spostare la propria produzione in Bangalore.

Chiang Mai

Oltre ad essere una città culturalmente affascinante e bellissima, Chiang Mai, situata nel nord della Thailandia, si è anche guadagnata la reputazione di essere tra le mete perfette per aprire una startup. Ciò è in parte dovuto alla sua economicità e alla qualità della vita  che permette anche agli imprenditori con un budget ridotto di mettere radici. Tra le Internet ad alta velocità è a buon mercato, mentre un sacco di conferenze, eventi della comunità e ristoranti internazionali per quegli imprenditori che hanno a cuore l’integrazione nella cultura locale.

Tel Aviv

La capitale israeliena è diventata una fiorente scena di start-up negli ultimi anni. Apps, automobili auto-guida, servizi on-line, droni, un vasto numero di imprese innovative sono nate e hanno preso d’assalto uffici di Tel Aviv rendendola una città attraente per ingegneri e investitori di tutto il mondo.

Mosca

La Russia è conosciuta per la sua forte storia di innovazione tecnologica e ingegneria e non dovrebbe stupire se è ancora un luogo attraente dove investire. La città di Mosca è anche sede di un sacco di cosiddetti ‘spazi di coworking’ ovvero uffici in affitto a basso costo da condividere con altri imprenditori che la pensano allo stesso modo e sono aperti alla condivisione. Ogni settimana si svolgono in città diversi eventi utili per l’avvio di startup e per questo motivo gli investitori hanno sempre gli occhi puntati su Mosca.

Singapore

Si tratta di un’altra destinazione hot della lista che sta diventando il posto ideale per gli imprenditori focalizzati su intelligenza artificiale e tecnologia della realtà virtuale. Singapore è molto più occidentalizzata rispetto ad altri luoghi dell’ Asia infatti tutti parlano inglese e questo rende l’integrazione più facile.

Berlino

Da sempre Berlino è riconosciuta come capitale europea della cultura creativa e fonte di ricchezza in generale visto che si trova in una nazione florida come la Germania. Per questi motivi è una delle mete top scelte dagli imprenditori e gli investitori ed è seconda solo a Londra per numero di venture capitalist. Le Startup possono trovare più facilmente offerte di investimento e finanziamento piuttosto che in altri luoghi d’ Europa. Uno svantaggio è che gli affitti sono molto costosi.

Stoccolma

La Svezia è al primo posto in termini di innovazioni tecnologiche e non è certo timido in materia di sperimentazione di concetti alternativi o modelli di business non convenzionali, ed è questo atteggiamento di apertura mentale che attira gli imprenditori. Le aliquote fiscali elevate possono scoraggiare, ma il rispetto dell’ambiente, l’efficienza burocratica della Svezia possono far cambiare idea. Inoltre gli svedesi sono alcuni tra i migliori non madrelingua di inglese in tutta l’Europa.